Giovedì, 21 Novembre 2019

Video della Parrocchia

50 Anni Insieme

Castelnuovo festeggia don Secondo

Visite dal 1 Sett. 2018

00121571
OggiOggi202
IeriIeri285
Nella settimanaNella settimana1103
Nel meseNel mese6629
TuttoTutto121571
Il Tuo Indirizzo IP è 3Dot93Dot74Dot227
UNITED STATES
US
Ospiti 6
Impostato nuovo primoaccesso

Contatore Accessi

Benvenuto!!
Hai visitato questo sito web volte
con inrizzo IP
. . .
Primo  accesso: 21/11/2019 18:21:46
Ultimo accesso: 21/11/2019 18:21:46

Cerca negli articoli

SIATE PROMOTORI E TESSITORI DI PACE…

UltimoAngelus -small

 

«Il Signore mi chiama a salire sul Monte ma non abbandono la Chiesa»

Il Papa ha rivolto il suo invito a tutti, ma specialmente a “chi è chiamato ad essere promotore e 'tessitore' di pace nelle comunità religiose e civili, nei rapporti sociali e politici e nelle relazioni internazionali”.

Ai nostri giorni, si constata non di rado un carente rispetto della verità e della parola data, insieme ad una diffusa tendenza all’aggressività, all’odio e alla vendetta”.

“Forse è dovuto anche a certe dinamiche proprie delle società di massa”. 

E allora, “perché non attingere dalla fonte incontaminata dell’amore di Dio la sapienza del cuore, che ci disintossica dalle scorie della menzogna e dell’egoismo?”.
Per fare opere di pace bisogna essere uomini di pace”“Se ciascuno, nel proprio ambiente, riuscisse a rigettare la menzogna e la violenza nelle intenzioni, nelle parole e nelle azioni, coltivando con cura sentimenti di rispetto, di comprensione e di stima verso gli altri, forse non si risolverebbe tutti i problemi della vita quotidiana, ma si potrebbe affrontarli più serenamente ed efficacemente".

Benedetto xVI 20 Sett, 2009

 

ROMA, mercoledì, 23 marzo- “Oggi il mondo ha tanto bisogno di pace, ha bisogno di uomini e donne pacifici e pacificatori”. “Tutti coloro che credono in Dio devono essere sempre operatori di pace”.
Nella sua catechesi il Papa ha richiamato proprio l’azione per la pace svolta durante le “importanti missioni diplomatiche” che Papi e principi gli affidarono “per dirimere controversie e favorire la concordia” tra gli Stati europei.
Ma fu anche un grande evangelizzatore, capace di farsi intendere dalla gente umile grazie alla “sua esposizione chiara e pacata”.
“Anche oggi – ha continuato il Santo Padre – la nuova evangelizzazione ha bisogno di apostoli ben preparati, zelanti e coraggiosi, perché la luce e la bellezza del Vangelo prevalgano sugli orientamenti culturali del relativismo etico e dell’indifferenza religiosa, e trasformino i vari modi di pensare e di agire in un autentico umanesimo cristiano”.
Soprattutto occorre “evitare il pericolo dell’attivismo, di agire cioè dimenticando le motivazioni profonde del ministero, solamente se si prende cura della propria vita interiore”; infatti, ha concluso, “se non siamo interiormente in comunione con Dio, non possiamo dare niente neppure agli altri. Perciò Dio è la prima priorità”.

Rassegna vecchi articoli..

«Io, musulmana e fiera di essere stata la madonna nel presepe»

«Io, musulmana e fiera di essere stata la madonna nel presepe»

«Io, musulmana e fiera di essere stata la madonna nel presepe»

Fatou Gaye, studentessa 19enne originaria del Senegal, innamorata di Justin Bieber e dell’informatica, scelta per interpretare Maria nel presepe vivente di Pescara : «Ho chiesto l’autorizzazione a papà e lui mi ha detto sì: l’amore appartiene a tutti»di Nicola Catenaro

Read more
PREPARIAMOCI ALLA FESTA DEL SS. SALVATORE

PREPARIAMOCI ALLA FESTA DEL SS. SALVATORE

PREPARIAMOCI ALLA FESTA DEL SS. SALVATORE

Sabato 9 novembre 2019, sarà la “FESTA DEL SS. SALVATORE” e oggi capita proprio di ascoltare nella Messa della domenica, un fatto del Vangelo che ci aiuterà a capire in che senso Gesù è e può essere per ciascuno di noi, “IL SALAVORE”. Lo ascoltiamo in chiesa ma leggiamolo anche qui: *** Gesù entrò nella città di Gèrico e la stava attraversando, quand’ecco un uomo, di nome Zacchèo, capo dei pubblicani...

Read more
Choc in Belgio, eutanasia su un minore

Choc in Belgio, eutanasia su un minore

Choc in Belgio, eutanasia su un minore

Un paziente terminale, la sua volontà di accelerare la fine, il consenso di chi gli è più caro, il via libera dei medici: lo vuole, lo vogliono tutti, soffre troppo, perché non praticargli l’iniezione letale? È l’eutanasia nella formula prevista dalla legge belga (e di quella di Olanda e Lussemburgo), con la differenza che questa volta è stata praticata su un minorenne. Solo a tarda sera si è sapauto...

Read more
Orario delle Sante Messe
Video Parrocchia
Gli Scout a Poggi Lazzaro
50 anni insieme