Giovedì, 18 Luglio 2019

Video della Parrocchia

50 Anni Insieme

Castelnuovo festeggia don Secondo

Visite dal 1 Sett. 2018

00082676
OggiOggi117
IeriIeri283
Nella settimanaNella settimana1059
Nel meseNel mese5901
TuttoTutto82676
Il Tuo Indirizzo IP è 35Dot171Dot183Dot163
UNITED STATES
US
Ospiti 49
Impostato nuovo primoaccesso

Contatore Accessi

Benvenuto!!
Hai visitato questo sito web volte
con inrizzo IP
. . .
Primo  accesso: 18/07/2019 09:49:24
Ultimo accesso: 18/07/2019 09:49:24

Cerca negli articoli

«Ricevi lo Spirito Santo che ti è dato in dono».

Cresimandi 12 maggio 2019
2019 cresminadi
Bellini Davide, Cellesi Carla, Cobino Irene, Donadoni Chiara, Giuntini Asia, Rizzi Ettore, Viaggi Fatima

 

 Il Sacramento che viene dato attraverso l’olio detto “Sacro Crisma”, si chiama anche “Confermazione” perché rafforza la grazia del Battesimo: ci unisce e più saldamente a Cristo e con la Chiesa; ci dona una speciale forza dello Spirito Santo per diffondere e difendere la fede per essere felici di essere cristiani e per non vergognarci mai di Gesù.
La Confermazione, come ogni Sacramento, non è opera degli uomini, ma di Dio, il quale si prende cura della nostra vita per essere capaci di assomigliare al Figlio suo, Gesù Cristo, capaci di amare come Lui. Egli lo fa dandoci i sette doni dello Spirito Santo che sono, “Sapienza, Intelletto, Consiglio, Fortezza, Scienza, Pietà e Timore di Dio” Quando accogliamo lo Spirito Santo nel nostro cuore e lo lasciamo agire, Gesù stesso si rende presente in noi e nella nostra vita. Forse qualcuno, leggendo queste particolarità dirà “Mamma mia quante cose fa la cresima!”.Noi non ci pensiamo quasi mai abbastanza, ma è proprio così. Il dono che riceverete il giorno della Cresima è grande e importante, è quello che garantisce tutti gli altri doni di Dio.
Stiamo vicini, oggi, a questo piccolo gruppo che riceve questo Sacramento, perché tutta questa “Grazia di Dio” non venga dimenticata, non venga sprecata nel tempo che verrà.
Purtroppo è proprio questo il “dramma spirituale” che siamo costretti a vedere, quello dei doni di Dio dimenticati e resi vani dalle situazioni del mondo in cui vivono i nostri ragazzi che crescono.

L’IMPORTANZA DELLA NOSTRA PREGHIERA
cresima

 

Oggi noi Cristiani di Castelnuovo, col Vescovo che viene a dare la Cresima, anche se non riusciamo a capirlo fino in fondo, viviamo un avvenimento di straordinaria importanza della nostra vita cristiana. Troppo spesso, ripensandoci su, abbiamo l’impressione di lavorare senza raccogliere quasi niente!
Dove vanno a finire i Cresimati di ogni anno, se non li vediamo più in chiesa? Noi non riusciamo a crescere i nostri ragazzi! “come cristiani”. Il problema è grave e non riguarda solo la nostra Parrocchia, e le ragioni sono tante e non semplici. Di fronte a questa situazione, noi abbiamo almeno il grave dovere di pregare, perché senza l’aiuto di Dio le nostre celebrazioni corrono il pericolo di essere solo delle “cerimonie” di un giorno, senza un seguito per la vita cristiana dei nostri giovani e della stessa nostra Parrocchia. Anche per questo propongo alcune appropriate preghiere.

don Secondo

Fonte: Famiglia Parrocchiale Nr. 2583

Rassegna vecchi articoli..

LA POESIA DI DIO PER UOMINI E DONNE

LA POESIA DI DIO PER UOMINI E DONNE

LA POESIA DI DIO PER UOMINI E DONNE

(CHE PRESTO SARANNO “ABOLITI” DALLA DITTATURA DEL RELATIVISMO ?) La cancellazione di “madre” e “padre” con “Genitore 1” e “Genitore 2”, avvenuta in diverse scuole, appare come un piccolo caso provinciale a confronto dell’operazione che, su vasta scala, ha lanciato Facebook per annacquare “maschi” e “femmine” nell’indistinto mare dell’ideologia Gender.Per la quale essere uomo o donna è un’opinione...

Read more
«Vattene, Satana!»: le ultime parole di padre Jacques

«Vattene, Satana!»: le ultime parole di padre Jacques

«Vattene, Satana!»: le ultime parole di padre Jacques

di Dominique Lebrun*05-08-2016 Quella che segue è una rapida traduzione dell’omelia, riportata dal sito aleteia.org, pronunciata dall’arcivescovo di Rouen, Dominique Lebrun, durante la Messa funebre di padre Jacques Hamel, assassinato mentre celebrava la Messa nella sua chiesa di Saint Etienne du Rouvray, in Normandia. 

Read more
COSI’  ERA LA FACCIATA DELLA CHIESA

COSI’ ERA LA FACCIATA DELLA CHIESA

COSI’  ERA LA FACCIATA DELLA CHIESA

Questa fotografia la feci io 47 anni fa  quando i lavori erano già avanzati e mentre gli operai stavano smontando il vecchio tetto. Lo faccio perché le persone che oggi hanno 50 anni, la chiesa così non la possono ricordare: per loro è sempre stata come si vede adesso. Era  tutta  intonacata  con  un  forte  cemento  ed  era  liscia  liscia. ...

Read more
Orario delle Sante Messe
Video Parrocchia
Gli Scout a Poggi Lazzaro
50 anni insieme