Sabato, 08 Agosto 2020

Video della Parrocchia

50 Anni Insieme

Castelnuovo festeggia don Secondo

Visite dal 1 Sett. 2018

00207249
OggiOggi251
IeriIeri289
Nella settimanaNella settimana1501
Nel meseNel mese2114
TuttoTutto207249
Il Tuo Indirizzo IP è 3Dot226Dot245Dot48
UNITED STATES
US
Ospiti 4
Impostato nuovo primoaccesso

Contatore Accessi

Benvenuto!!
Hai visitato questo sito web volte
con inrizzo IP
. . .
Primo  accesso: 08/08/2020 20:56:15
Ultimo accesso: 08/08/2020 20:56:15

Cerca negli articoli

IL CONGRESSO MONDIALE SULLA FAMIGLIA

2019 congresso mondiale famiglia"Quello di Verona è stato un congresso di un livello culturale notevole, e, dispiace solo che i mezzi di comunicazione abbiamo parlato di tutto tranne che dei contenuti del summit", ha detto il fondatore dei Family Day Massimo Galdolfini. "Guardate questa splendida piazza e questa gente e cercate se c'è un solo cartello contro qualcuno o contro qualcosa - ha continuato - noi siamo per la vita, per la famiglia, per il rispetto di tutte le persone ma chiediamo, se davvero questa è una civiltà democratica, anche noi rispetto. Certe offese come dire che "Dio, patria e famiglia è un vita di merda" è una cosa che offende innanzitutto chi la pronuncia".

Sul Congresso mondiale dedicato alla famiglia propongo un l’interessante intervento di monsignor Giovanni d'Ercole, vescovo di Ascoli Piceno, che ha detto: “Verona è stata una occasione mancata per l’Italia per riflettere seriamente su temi tanto importanti che non sono una questione religiosa ma che riguarda ogni uomo e ogni donna". Monsignor d'Ercole si è detto anche d’accordo con il giudizio del cardinale Parolin Segretario di Stato del vaticano che aveva detto di approvare il tema “sulla famiglia” ma non i modi”, e questo, ha affermato, era stato anche il parere di Papa Francesco”
Il Vescovo Mons. Giovanni d’Ercole, poi ha detto che “l’Italia - ha perso una grandissima occasione per aprire il dibattito su tematiche forti: la mancanza di figli, l'assenza di lavoro, il ruolo della donna, la mancanza di politiche vere per sostenere la famiglia". Il vescovo, ricordando che si trattava di una manifestazione "laica" dalla quale "la Chiesa bene ha fatto a starne fuori",ma essa ha seguito quel che è accaduto. Fuori dal Congresso ci sono state manifestazioni sguaiate. "Ci sono stati, ha detto il Vescovo, due manifestazioni - una all'interno con persone serie venute da tutto il mondo per discutere insieme, dove sono state evitate tutte le parole che potevano creare problematiche, ma fuori del Congresso c'è stato lo scontro, purtroppo l'unico aspetto cui hanno parlato televisioni e altri mezzi di comunicazioni. Ma l’Italia non è questa!. E' andata in scena anche una cagnara politica del tutti contro tutti. Un brutto spettacolo!..... Però a questo Congressi ci sono ci sono stati contributi veramente straordinari che, purtroppo, non sono stati percepiti per quel che erano e per il loro grande valore                             (A cura di don Secondo)".

Rassegna vecchi articoli..

Francesco: penso a Santa Sofia e sono molto addolorato - Tensione...

Francesco: penso a Santa Sofia e sono molto addolorato - Tensione...

Francesco: penso a Santa Sofia e sono molto addolorato - Tensione...

Città del Vaticano – Era atteso da giorni un pronunciamento ufficiale e oggi, 12 luglio 2020, Papa Francesco ha rotto il silenzio sulla decisione del governo guidato da Erdogan di trasformare la basilica ortodossa di Santa Sofia, patrimonio dell’UNESCO, uno dei luoghi simbolo di Istanbul e del cristianesimo ortodosso nuovamente in moschea. La decisione del Consiglio di Stato turco , infatti,...

Read more
LA TRAGEDIA DEL 24 APRILE 2019

LA TRAGEDIA DEL 24 APRILE 2019

LA TRAGEDIA DEL 24 APRILE 2019

Si vede solo “il tetto” dell’auto immersa nelle acque del torrente “Pavone” Tutti i Telegiornali nazionali, martedì sera e mercoledì 24 Aprile hanno dato ampio spazio a ciò che è accaduto in questo nostro Paese. Che cosa è successo?  Le acque tempestose  del torrente Pavone hanno travolto l’auto sulla quale viaggiavano due coniugi ottantenni che stavano facendo ritorno al podere nella zona...

Read more
A messa coi cristiani perseguitati che non hanno perso la fede

A messa coi cristiani perseguitati che non hanno perso la fede

A messa coi cristiani perseguitati che non hanno perso la fede

 Dedichiamo questo piccolo tributo fotografico ai nostri fratelli cristiani perseguitati, che nonostante tutto ogni domenica hanno ancora la spinta per andare a messa. Un insegnamento per tutti noi, che viviamo la fede come un optional. Don Secondo   Il lungo tendone bianco dell’Unicef ospita centinaia di fedeli. Il vescovo siriaco di Mosul celebra la messa per la sua gente su un altare...

Read more
Orario delle Sante Messe
Video Parrocchia
Gli Scout a Poggi Lazzaro
50 anni insieme