Lunedì, 16 Settembre 2019

Video della Parrocchia

50 Anni Insieme

Castelnuovo festeggia don Secondo

Visite dal 1 Sett. 2018

00101661
OggiOggi197
IeriIeri269
Nella settimanaNella settimana197
Nel meseNel mese4635
TuttoTutto101661
Il Tuo Indirizzo IP è 100Dot26Dot182Dot28
?
UNKNOWN
Ospiti 3
Impostato nuovo primoaccesso

Contatore Accessi

Benvenuto!!
Hai visitato questo sito web volte
con inrizzo IP
. . .
Primo  accesso: 16/09/2019 17:02:45
Ultimo accesso: 16/09/2019 17:02:45

Cerca negli articoli

Messa di sabato sera, 15 settembre, in memoria di San Nicola da Tolentino

san nicola da tolentinoE’ un Santo vissuto molti anni fa, un Santo molto amato nelle Marche ma in  tante altre pari d’Italia e del mondo: E’ un Santo che  da tanto tempo viene venerato anche nella nostra Parrocchia e lo prova il fatto che  nella nostra chiesa ha un altare a lui dedicato: L’altare è quello in cima alla navata di sinistra, ove in alto c’è, al centro, un affresco che raffigura la Madonna che dà un pane a San Nicola.
Nello stesso altare c’è ormai da qualche anno il Tabernacolo ove si conserva l’Eucaristia: per questo ora  è diventato soprattutto l’altare del Santissimo Sacramento o l’altare di Gesù.

Chi era San Nicola.

Oggi paliamo di lui in modo un po’ più ampio dando le notizie principali della sua vita.
San  Nicola fu un predicatore semplice ma affascinante del Vangelo, un confessore di tanta gente e  un amico dei poveri e degli ammalati che visitava e aiutava continuamente portando loro il pane che comprava con le offerte che gli venivano date.

 

I panini benedetti di San Nicola

Sono un segno particolare della devozione a san Nicola, legati ad un episodio della sua vita. San Nicola, gravemente malato, ottenne la grazia della guarigione per intervento della Vergine Maria, che, apparsa in visione, gli disse: “Una donna di Tolentino ti porterà un pane come carità; quando lo avrai mangiato, dopo averlo intinto nell’acqua, nel nome di mio Figlio Gesù, riacquisterai la salute”. Il santo mangiò il pane che gli era stato portato e riacquistò la salute. Da quel giorno san Nicola prese a distribuire il pane benedetto ai malati che visitava, esortandoli a confidare nella protezione della Vergine Maria per ottenere la guarigione dalla malattia e la liberazione dal peccato.

I PANINI saranno benedetti alla Messa di sabato sera
RINGRAZIO LICIA DELL’AGNELLO che ha preparato i “PANINI” con cura e  secondo la tradizione.

don Secondo

Rassegna vecchi articoli..

La “Porta Santa” di Castelnuovo Val di Cecina

La “Porta Santa” di Castelnuovo Val di Cecina

La “Porta Santa” di Castelnuovo Val di Cecina

La chiesa parrocchiale con accanto la Porta Santa nel 1920 La “Porta Santa” è quella che viene aperta nelle Basiliche Maggiori a Roma all’inizio dell’Anno Santo e che viene richiusa al termine. Attraversando la Porta Santa, si può ottenere l’Indulgenza Plenaria osservando alcune preghiere e opere richieste.

Read more
MA QUALE SCOMUNICA!!!!!

MA QUALE SCOMUNICA!!!!!

MA QUALE SCOMUNICA!!!!!

Non mi sono meravigliato tanto, perché è quasi sempre così: tanti “mezzi di comunicazione” non esclusa la Televisione, sono abituati a “travisare” l’insegnamento della Chiesa e del Papa, in modo particolare quello di Papa Francesco al quale si fanno dire tante cose che non ha mai detto e non ri riferiscono quello che realmente insegna! ... I telegiornale del giorno, di Rai 2, si è aperto con questa...

Read more
Don Secondo: il mio  ’68, cinquant'anni fa…

Don Secondo: il mio ’68, cinquant'anni fa…

Don Secondo: il mio  ’68, cinquant'anni fa…

Il “1968”?... No, non voglio parlare di quello che fu il "1968” per la società di allora non solo in Italia ma in tutta Europa: per dire qualcosa ricordo che fu il tempo in cui si contestava. Fu il tempo in cui a scuola bisognava promuovere tutti con “il 6 o il 18 politico”; fu il tempo della grande contestazione “dappertutto”, nella famiglia, nella scuola, nelle piazze e anche nella Chiesa. Non voglio...

Read more
Orario delle Sante Messe
Video Parrocchia
Gli Scout a Poggi Lazzaro
50 anni insieme