Venerdì, 21 Febbraio 2020

Video della Parrocchia

50 Anni Insieme

Castelnuovo festeggia don Secondo

Visite dal 1 Sett. 2018

00154849
OggiOggi265
IeriIeri374
Nella settimanaNella settimana2056
Nel meseNel mese7902
TuttoTutto154849
Il Tuo Indirizzo IP è 3Dot234Dot245Dot125
UNITED STATES
US
Ospiti 4
Impostato nuovo primoaccesso

Contatore Accessi

Benvenuto!!
Hai visitato questo sito web volte
con inrizzo IP
. . .
Primo  accesso: 21/02/2020 13:44:56
Ultimo accesso: 21/02/2020 13:44:56

Cerca negli articoli

BENEDETTO XVI LASCERA' IL PONTIFICATO

Citta' del vaticano, 11 feb. 2013 - ''Vi ho convocati a questo Concistoro non solo per le tre canonizzazioni, ma anche per comunicarvi una decisione di grande importanza per la vita della Chiesa. Dopo aver ripetutamente esaminato la mia coscienza davanti a Dio, sono pervenuto alla certezza che le mie forze, per l'eta' avanzata, non sono piu' adatte per esercitare in modo adeguato il ministero petrino.

 

Sono ben consapevole che questo ministero, per la sua essenza spirituale, deve essere compiuto non solo con le opere e con le parole, ma non meno soffrendo e pregando''. Queste le parole con le quali il papa ha annunciato le sue dimissioni. ''Tuttavia, nel mondo di oggi, - ha aggiunto il pontefice - soggetto a rapidi mutamenti e agitato da questioni di grande rilevanza per la vita della fede, per governare la barca di san Pietro e annunciare il Vangelo, e' necessario anche il vigore sia del corpo, sia dell'animo, vigore che, negli ultimi mesi, in me e' diminuito in modo tale da dover riconoscere la mia incapacita' di amministrare bene il ministero a me affidato.

Per questo, ben consapevole della gravita' di questo atto, con piena liberta', dichiaro di rinunciare al ministero di Vescovo di Roma, Successore di San Pietro, a me affidato per mano dei Cardinali il 19 aprile 2005, in modo che, dal 28 febbraio 2013, alle ore 20,00, la sede di Roma, la sede di San Pietro, sara' vacante e dovra' essere convocato, da coloro a cui compete, il Conclave per l'elezione del nuovo Sommo Pontefice.
Carissimi Fratelli, vi ringrazio di vero cuore per tutto l'amore e il lavoro con cui avete portato con me il peso del mio ministero, e chiedo perdono per tutti i miei difetti. Ora, affidiamo la Santa Chiesa alla cura del suo Sommo Pastore, Nostro Signore Gesu' Cristo, e imploriamo la sua santa Madre Maria, affinche' assista con la sua bonta' materna i Padri Cardinali nell'eleggere il nuovo Sommo Pontefice. Per quanto mi riguarda, anche in futuro, vorro' servire di tutto cuore, con una vita dedicata alla preghiera, la Santa Chiesa di Dio''.

Udienza generale, 13 febbraio 2013:
Il Papa: "Ringrazio tutti per l’amore e per la preghiera con cui mi avete accompagnato.

Grazie! Ho sentito quasi fisicamente in questi giorni, per me non facili, la forza della preghiera, che l’amore della Chiesa, la vostra preghiera, mi porta"

 

Rassegna vecchi articoli..

PRIMA COMUNIONE A MONTECASTELLI

PRIMA COMUNIONE A MONTECASTELLI

PRIMA COMUNIONE A MONTECASTELLI

Oggi la nostra Parrocchia di Montecastelli Pisano vive un momento di grande gioia perché MONI Alessandro e la bambina DONATONI Chiara ricevono la prima Comunione. Voglio, così, cercare di essere vicino a loro, alle loro famiglie e alla Parrocchia, dispiaciuto tanto di non potere essere fisicamente presente. Lo è per me altri Sacerdoti che ringrazio molto anche per aver curato l’ultimo...

Read more
Da Dublino a Roma Manuale per il perfetto matrimonio omosex

Da Dublino a Roma Manuale per il perfetto matrimonio omosex

Da Dublino a Roma Manuale per il perfetto matrimonio omosex

DI MAFIA O TERRORISMO – La legge n. 302 del 1990 ha esteso anche ai conviventi more uxorio le provvidenze che lo Stato accorda alle vittime. VITTIME Il referendum per le nozze omosessuali nell’Irlanda una volta cattolica ha dato un colpo d’acceleratore anche in Italia alla marcia verso una legge sulla “civil partnership” tra persone dello stesso sesso. Il fatto che il governo in carica in Italia...

Read more
Don Secondo: il mio  ’68, cinquant'anni fa…

Don Secondo: il mio ’68, cinquant'anni fa…

Don Secondo: il mio  ’68, cinquant'anni fa…

Il “1968”?... No, non voglio parlare di quello che fu il "1968” per la società di allora non solo in Italia ma in tutta Europa: per dire qualcosa ricordo che fu il tempo in cui si contestava. Fu il tempo in cui a scuola bisognava promuovere tutti con “il 6 o il 18 politico”; fu il tempo della grande contestazione “dappertutto”, nella famiglia, nella scuola, nelle piazze e anche nella Chiesa. Non voglio...

Read more
Orario delle Sante Messe
Video Parrocchia
Gli Scout a Poggi Lazzaro
50 anni insieme