Sabato, 28 Marzo 2020

Video della Parrocchia

50 Anni Insieme

Castelnuovo festeggia don Secondo

Visite dal 1 Sett. 2018

00168719
OggiOggi407
IeriIeri519
Nella settimanaNella settimana2846
Nel meseNel mese11130
TuttoTutto168719
Il Tuo Indirizzo IP è 34Dot204Dot171Dot214
UNITED STATES
US
Ospiti 5
Impostato nuovo primoaccesso

Contatore Accessi

Benvenuto!!
Hai visitato questo sito web volte
con inrizzo IP
. . .
Primo  accesso: 28/03/2020 21:53:06
Ultimo accesso: 28/03/2020 21:53:06

Cerca negli articoli

IL “SINODO“ SULLA FAMIGLIA

SinodoFamiglia2015

Oggi 4 Ottobre inizia a Roma in Vaticano il SINODO ORDINARIO DEI VESCOVI, SULLA FAMIGLIA che, poi, si concluderà il 25 Novembre. Un Sinodo è un'assemblea o un incontro religioso in cui vescovi, riuniti intorno e con il Santo Padre, hanno l'opportunità di portare esperienze e informazioni, nella ricerca comune di soluzioni pastorali che abbiano una validità e un'applicazione universali. Il Sinodo, in generale, può essere definito come un'assemblea di vescovi che rappresentano l'episcopato cattolico e che hanno il compito di aiutare il Papa nel governo della Chiesa universale dando il proprio consiglio.
Questa volta, come nel 2014, trattandosi della “famiglia”, al Sinodo sono invitati anche degli sposi cristiani. – Al termine, la parola definitiva sui problemi affrontati e discussi, spetta sempre al Papa.

Nel Sinodo straordinario del 2014, sempre sulla famiglia, ci sono stati accesi dibattiti e contributi che hanno avuto molta “risonanza” anche sui mezzi di comunicazione, TV e giornali. ”Tale risonanza” fu anche “troppa”, perché dall’esterno si tentò di “influenzare” e anche “condizionare” l’opera del “Padri sinodali”, come se la Fede cristiana e le conseguenti leggi della Chiesa Cattolica potessero essere “cambiate” da una “pressione” giornalistica, ignorando ciò che dice e insegna la Parola di Dio, Pregare per il Sinodo. Oggi è il giorno della veglia di preghiera in Piazza San Pietro e nelle chiese s’innalza la preghiera allo Spirito Santo – come richiesto da papa Francesco - «affinché illumini i Padri sinodali e li guidi nel loro impegnativo compito».
È un gesto che abbiamo forse dimenticato, come se l’esito del Sinodo, la testimonianza delle famiglie, la presenza della Chiesa dipendessero dalle idee personali di Cardinali, Vescovi e di alcuni Sposi invitati.
Con la preghiera vogliamo anzitutto riconoscere che tutto – le nostre famiglie, la Chiesa, il mondo intero – è nelle Sue mani, che è Cristo a guidare la Chiesa e che non la abbandona neanche quando la “barca” è scossa da violenti tempeste, come accade nel momento storico che stiamo vivendo. A noi è chiesto di fare la nostra parte, di fare di tutto per assecondare la volontà di Dio.

Fonte. Famiglia Parrocchiale Nr. 2394

Rassegna vecchi articoli..

MA QUALE SCOMUNICA!!!!!

MA QUALE SCOMUNICA!!!!!

MA QUALE SCOMUNICA!!!!!

Non mi sono meravigliato tanto, perché è quasi sempre così: tanti “mezzi di comunicazione” non esclusa la Televisione, sono abituati a “travisare” l’insegnamento della Chiesa e del Papa, in modo particolare quello di Papa Francesco al quale si fanno dire tante cose che non ha mai detto e non ri riferiscono quello che realmente insegna! ... I telegiornale del giorno, di Rai 2, si è aperto con questa...

Read more
AGOSTO: era il Mese dell’imperatore,  ora  è “della Madonna”

AGOSTO: era il Mese dell’imperatore, ora è “della Madonna”

AGOSTO: era il Mese dell’imperatore,  ora  è “della Madonna”

Da cinque giorni siamo entrati nel mese  che nell’antichità i Romani dedicarono al loro Imperatore Cesare Ottaviano a cui dettero anche il nome di “Augustus”, un titolo che voleva dire “più grande di tutti”,”venerabile come un  Dio”. Questo mese fu dedicato all’Imperatore e ne prese il suo nome. In suo onore l’Imperatore volle che in questo mese particolarmente caldo  i cittadini, dediti...

Read more
«Vattene, Satana!»: le ultime parole di padre Jacques

«Vattene, Satana!»: le ultime parole di padre Jacques

«Vattene, Satana!»: le ultime parole di padre Jacques

di Dominique Lebrun*05-08-2016 Quella che segue è una rapida traduzione dell’omelia, riportata dal sito aleteia.org, pronunciata dall’arcivescovo di Rouen, Dominique Lebrun, durante la Messa funebre di padre Jacques Hamel, assassinato mentre celebrava la Messa nella sua chiesa di Saint Etienne du Rouvray, in Normandia. 

Read more
Orario delle Sante Messe
Video Parrocchia
Gli Scout a Poggi Lazzaro
50 anni insieme