Giovedì, 21 Febbraio 2019

Video della Parrocchia

50 Anni Insieme

Castelnuovo festeggia don Secondo

Visite dal 1 Sett. 2018

00029046
OggiOggi283
IeriIeri317
Nella settimanaNella settimana1465
Nel meseNel mese8156
TuttoTutto29046
Il Tuo Indirizzo IP è 3Dot82Dot52Dot91
UNITED STATES
US
Ospiti 73
Impostato nuovo primoaccesso

Contatore Accessi

Benvenuto!!
Hai visitato questo sito web volte
con inrizzo IP
. . .
Primo  accesso: 21/02/2019 22:08:19
Ultimo accesso: 21/02/2019 22:08:19

Cerca negli articoli

18 maggio 2014: FESTA DELLA FEDE E INCONTRO PERSONALE CON GESU’

2014 Foto gruppo con genitori

I ragazzi della 1° Comunione (Bilei Duccio, Trianni Luigi, Martelli Lorenzo, Cellesi Emma, Rossi Sara, Battaglini Valentina, Ricci Bereket) con la catechista e i genitori 

 

Quello di oggi non è il giorno in cui si riuniscono tutti i parenti, si ricevono regali, magari si pranza al ristorante, e si scattano le foto ricordo... ma il giorno in cui per la prima volta dei bambini e delle bambine s’incontrano con Gesù nel sacramento del suo Corpo e del suo Sangue. 

E’ anche il giorno in cui, genitori, fratelli e sorelle, nonni e nonne, e le altre persone e tutta la Comunità cristiana castelnuovina deve “riscoprire”, forse dopo molto tempo, l’emozione della propria “Prima Comunione”, per ricevere nuovamente Gesù insieme ai figli, ai nipoti e agli amici.

Ecco perché quello di oggi è il giorno che, a ragione, deve essere inteso e chiamato “la festa della Fede”: le altre cose che contribuiscono “ a far festa”, e ci vogliono anche quelle, possono essere considerate “il contorno o la cornice” della festa. Un giorno così importante, è vero, merita una cornice “ bella”, ma il “contorno” non deve oscurare o far passare in…second’ordine il carattere e il clima soprattutto spirituale dell’avvenimento.
Perché “festa della Fede”? Perché, sì diciamo e affermiamo che la S. Comunione è “l’incontro con Gesù”, ma GESU’ in quel momento non si vede, non si sente, non si percepisce con i nostri sensi, ma solo con la Fede! Gesù si incontra solo se crediamo alla Sua parola!....
Dopo che Gesù ebbe sfamato con cinque pani e due pesci migliaia di persone, la gente in quel momento di meraviglia e di entusiasmo, lo cercava per…”farlo re”, e Gesù disse: “Voi mi cercate perché avete mangiato di quel pane…
Cercate invece il pane che non perisce e che serve per la vita eterna…. Io vi darò da mangiare “questo pane”! E poi subito disse: “Io sono il pane disceso dal cielo…Io vi darò da mangiare il mio corpo!... A queste parole, molti…storsero la bocca e dissero: “Questo linguaggio è troppo duro e difficile!” Ma nell’ ”Ultima Cena” Gesù chiarì tutto e mantenne la promessa: “Prese il pane, rese grazie al Padre e disse: “Prendete e mangiatene tutti, questo è il mio corpo”!...
E gli apostoli e le persone presenti, mangiando “quel pane”, si cibarono di Gesù, mangiarono di Lui fattosi “pane”: quella fu la “prima Messa” e quella “la Prima Comunione” della storia!.....
Che cosa “videro” e che cosa ”percepirono” mangiando “quel pane”?
Esattamente quello che vediamo e percepiamo noi quando partecipiamo alla Messa e facciamo la Santa Comunione!!!!
Anche noi andiamo da Gesù con la “nostra Fede”…; e quando ci viene presentata “ostia consacrata” con le parole “Il Corpo di Cristo”, noi rispondiamo:
AMEN, cioè CREDO!
E siamo certi, certissimi che quello che ci appare ancora come un piccolo pezzo di pane, in realtà è il Corpo di Gesù, è Gesù!.... La certezza ci viene dalla parola di Gesù stesso, il Figlio di Dio!
“Questo giorno giustamente deve rimanere impresso nella memoria come il primo momento in cui si è percepita l’importanza dell’incontro personale con Gesù “: un giorno da non dimenticare più, e da “RIVIVERE” spesso, magari alla Messa di ogni domenica.
                                                                                          don Secondo

2014 Foto di gruppo


PREGHIERA DEI GENITORI PER I LORO FIGLI
Signore, dal nostro amore
sono venuti al mondo i nostri figli.
Dopo la nascita, li abbiamo portati
in chiesa per il battesimo.
Abbiamo così riconosciuto
che c'è un Amore più grande,
dal quale veniamo tutti:
Tu Dio, Creatore e Padre!
Ora, Signore, i nostri figli sono
cresciuti, hanno imparato a conoscerti
e ad amarti!
Ti preghiamo: concedi loro
di camminare sempre nel tuo amore,
felici di appartenere
al popolo da te amato.
E fa' a noi genitori questo dono:
che riscopriamo la nostra fede
e la nostra vocazione
di sposi e genitori cristiani.
Avremo così la forza e la gioia
di poter seguire e aiutare ancora
i nostri figli nel cammino
della loro vita

Rassegna vecchi articoli..

Papa Francesco racconta l’innamoramento per l’Africa

Papa Francesco racconta l’innamoramento per l’Africa

Papa Francesco racconta l’innamoramento per l’Africa

L’aereo è atterrato a Ciampino alle ore 18.32; poi papa Francesco si è recato, come di consuetudine a conclusione di ogni viaggio, a pregare nella basilica di santa Maria Maggiore per ringraziare la Madonna dell’icona ‘Salus populi romani’. Sull’aereo il Papa ha parlato con i giornalisti oltre un’ora, toccando alcuni argomenti del viaggio appena concluso, ma ha parlato anche in merito ad alcuni grandi...

Read more
«Laudato si’, mi’ Signore...»

«Laudato si’, mi’ Signore...»

«Laudato si’, mi’ Signore...»

di Don Secondo Macelloni: Famiglia Parrocchiale Nr. 2379 del 21/06/2015 IL FATTO DELLA SETTIMANA è stato: la nuova “Enciclica” di Papa Francesco, intitolata “Laudato si’”. Essa prende nome dal “Cantico delle creature” di san Francesco, un inno a Dio e alla fratellanza tra l'uomo e il creato, segno dell'amore di Dio: "Laudato si', mi' Signore, per sora nostra madre terra…". Il Cantico delle Creature...

Read more
Festeggiamo Don Secondo

Festeggiamo Don Secondo

Orario delle Sante Messe
Video Parrocchia
Gli Scout a Poggi Lazzaro
50 anni insieme