Giovedì, 13 Dicembre 2018

Che Gesù, in questi giorni del Suo Natale, possa “nascere o rinascere” in me, in te e nelle nostre famiglie. Questa “nuova nascita” di Gesù possa avvenire nel Sacramento della Confessione, e nella Santa Comunione, cioè nel rifare “pace” con Dio; possa avvenire nel riscoprire il valore del Vangelo e della Domenica, festa cristiana e Pasqua settimanale; e possa avvenire anche nel rifare “pace”con tutti…. Diventi così, questo Natale, fonte di autentica speranza cristiana e di rinnovamento della nostra appartenenza alla Chiesa, famiglia dei figli di Dio. Don Secondo

Video della Parrocchia

50 Anni Insieme

Castelnuovo festeggia don Secondo

Contatore Visite dal 1 Sett. 2018

00009686
OggiOggi83
IeriIeri294
Nella settimanaNella settimana818
Nel meseNel mese2375
TuttoTutto9686
Il Tuo Indirizzo IP è 3Dot80Dot218Dot53
UNITED STATES
US
Ospiti 64

Cerca negli articoli

Impostato nuovo primoaccesso

Contatore Accessi

Benvenuto!!
Hai visitato questo sito web volte
con inrizzo IP
. . .
Primo  accesso: 13/12/2018 08:33:16
Ultimo accesso: 13/12/2018 08:33:16

LA SETTIMANA SANTA

Il cammino della Quaresima anche quest'anno volge al termine. Questo periodo è stato così intenso e pieno di avvenimenti e di vicende, soprattutto per la vita della Chiesa, ma anche per la nostra società civile, che è passato via quasi inosservato, e la Pasqua ora prende quasi alla sprovvista anche i cristiani che vivono la vita nella loro parrocchia: figuriamoci gli altri!... Il cammino volge al termine e ci introduce nella SETTIMANA SANTA.
Cos'è la Settimana Santa?
E’ la settimana nella quale i Cristiani celebrano gli avvenimenti della fede riguardanti gli ultimi giorni della vita terrena di Gesù, comprendenti in particolare la sua passione, morte e resurrezione.

Comprende il periodo, dalla Domenica delle Palme al Sabato Santo, che precede la Pasqua, cioè la domenica in cui si ricorda la Resurrezione dai morti di Gesù Cristo. La Pasqua è la più grande solennità della fede cristiana e ogni anno si celebra la prima domenica della luna nuova di Primavera (tra fine Marzo e Aprile.
La Settimana Santa, però, non può ridursi a una semplice commemorazione, ma deve essere la meditazione del mistero di Gesù Cristo che continua nella nostra vita..
DALLA DOMENICA DELLE PALME IN POI; la domenica di oggi è una celebrazione a due facce: la prima ricorda il trionfale ingresso di Gesù a Gerusalemme, accolto da una folla festante; l'altra anticipa il racconto di quanto poi si celebrerà in settimana. Seguendo gli ultimi atti della vicenda terrena di Gesù, giovedì si farà memoria della sua ultima Cena, con il tradimento di Giuda, la lavanda dei piedi, e soprattutto l'istituzione dell'Eucaristia, nonché del Sacerdozio che la rinnova ogni giorno nella Messa a beneficio di tutti i fedeli. Venerdì si ricorderanno le indicibili sofferenze della Passione, la morte e la sepoltura; e sabato, dopo tutta una giornata per riflettere in silenzio, al calare della notte si celebrerà la veglia pasquale in attesa della Risurrezione. 

DOMENICA: Ore 11,15: la Messa comincia con la lettura del Vangelo ,di Gesù che entra in Gerusalemme, accolto festosamente dalla gente:poi la Messa continua nel modo solito, ma con la Lettura della Passione di Gesù.

LUNEDI’ E MARTEDI’ SANTO: c’è solo la S, Messa alla sera come nei giorni “normali”: (Si possono portare in chiesa i i fiori per l’altare dell’adorazione. (Martedì per le ore 14,30 si invitano le donne a “sistemare” la chiesa per il giovedì santo).

MERCOLEDI’ SANTO: in duomo a Volterra, i sacerdoti della diocesi si trovano col Vescovo per la celebrazione della “Messa Crismale”, così detta perché il Vescovo benedice il Sacro Crisma e gli Oli santi dei catecumeni e degli infermi. In quella Messa i Sacerdoti ricordano la loro Consacrazione e rinnovano le promessa sacerdotali.

GIOVEDI’ SANTO (mattina dedicata alle Confessioni) alle ore 17 in chiesa inizia la solennissima “Messa della Cena del Signore”, con la “lavanda dei piedi ai discepoli e con la presentazione dei fanciulli che quest’anno riceveranno la Prima Comunione: *****Al termine della Messa GESU’presente nella EUCARISTIA consacrata nella messa, sarà portato nell’altare dell’adorazione (che anticamente si chiamava “il sepolcro”) ove rimarrà fino alla sera del Venerdì Santo. La chiesa rimarrà aperta fino alle ore 22,00 e riaprirà alle ore 9,00 del venerdì, perché tutti i “bravi cristiani” vengano a “far visita” a Gesù.***Alle ore 15, S. Messa a Montecastelli.

VENERDI’ SANTO (mattina dedicata alle Confessioni) (la chiesa riapre alle ore 9 per l’adorazione).

  • Alle ore 15: Liturgia della Passione a Montecastelli
  • Alle Ore 17: Liturgia ella Passione in chiesa a Castelnuovo: termina l’Adorazione e si può fare la S. Comunione.
  • Alle Ore 21 (precise): VIA CRUCIS DEL VENERDI’ SANTO: quasi sicuramente si farà in chiesa, ma se fosse una sera dal clima “mite” si potrà anche uscire e fare questo percorso: scalinata della chiesa, via G,Verdi, piazza XX Settembre, Via San Martino, Piazza del Plebiscito (“Padella”),cripta, scalinata, e conclusione in chiesa.

SABATO SANTO: (tutto il giorno l’arciprete è disponibile per le Confessioni). ORE 21,00 (Stanotte cambia l’ora!) Veglia Pasquale a Montecastelli ( se possibile cominciamo un po’ prima perché alle 22,30 c’è la Veglia a Castelnuovo)
ORE 22,30 (Questa notte cambia l’ora!!! (Alle 22,30, al sole sarà come alle 23,30!)): Inizio della “Veglia Pasquale” a Castelnuovo:con benedizione del fuoco,del cero pasquale, benedizione del “fonte battesimale”….inizio della Pasqua (Al termine si benedicono le UOVA pasquali: vere, non di cioccolata!)

Rassegna vecchi articoli..

«Io, musulmana e fiera di essere stata la madonna nel presepe»

«Io, musulmana e fiera di essere stata la madonna nel presepe»

«Io, musulmana e fiera di essere stata la madonna nel presepe»

Fatou Gaye, studentessa 19enne originaria del Senegal, innamorata di Justin Bieber e dell’informatica, scelta per interpretare Maria nel presepe vivente di Pescara : «Ho chiesto l’autorizzazione a papà e lui mi ha detto sì: l’amore appartiene a tutti»di Nicola Catenaro

Read more
Via San Martino: un po’ poco per il nostro Paese!!

Via San Martino: un po’ poco per il nostro Paese!!

Via San Martino: un po’ poco per il nostro Paese!!

Dato che ogni 11 novembre è San Martino, ricordo questo santo e dirò chi era e perché mi piace parlarne. San Martino era un militare cristiano, nato nel 316 dopo Cristo in Pannonia (Ungheria). Un giorno mentre andava cavallo con la sua montura da cavaliere, incontrò un povero che era quasi seminudo, tagliò con la spada il suo mantello e lo dette al poveretto. Nella notte, poi, gli apparve Gesù avvolto...

Read more
Una Chiesa povera non potrebbe aiutare nessuno… “ …e i “media”, non...

Una Chiesa povera non potrebbe aiutare nessuno… “ …e i “media”, non...

Una Chiesa povera non potrebbe aiutare nessuno… “ …e i “media”, non...

«Come vorrei una Chiesa povera e per i poveri!». Questa è la bellissima espressione di papa Francesco durante l’incontro con i media. La frase può essere letta in modo superficiale, come hanno fatto i media e anche alcuni uomini di politica (ad esempio Beppe Grillo), oppure può essere intesa dal punto di vista cristiano, assumendo dunque una validità logica e un senso compiuto. Se venisse presa letteralmente...

Read more
Orario delle Sante Messe
Video Parrocchia
Gli Scout a Poggi Lazzaro
50 anni insieme