Sabato, 17 Novembre 2018

Video della Parrocchia

Cerca negli articoli

Contatore Visite

00005068
OggiOggi232
IeriIeri236
Nella settimanaNella settimana1394
Nel meseNel mese1752
TuttoTutto5068
Il Tuo Indirizzo IP è 54Dot82Dot79Dot137
UNITED STATES
US
Ospiti 9
Impostato nuovo primoaccesso

Contatore Accessi

Benvenuto!!
Hai visitato questo sito web volte
con inrizzo IP
. . .
Primo  accesso: 17/11/2018 21:25:33
Ultimo accesso: 17/11/2018 21:25:33

Messa di sabato sera, 15 settembre, in memoria di San Nicola da Tolentino

san nicola da tolentinoE’ un Santo vissuto molti anni fa, un Santo molto amato nelle Marche ma in  tante altre pari d’Italia e del mondo: E’ un Santo che  da tanto tempo viene venerato anche nella nostra Parrocchia e lo prova il fatto che  nella nostra chiesa ha un altare a lui dedicato: L’altare è quello in cima alla navata di sinistra, ove in alto c’è, al centro, un affresco che raffigura la Madonna che dà un pane a San Nicola.
Nello stesso altare c’è ormai da qualche anno il Tabernacolo ove si conserva l’Eucaristia: per questo ora  è diventato soprattutto l’altare del Santissimo Sacramento o l’altare di Gesù.

Chi era San Nicola.

Oggi paliamo di lui in modo un po’ più ampio dando le notizie principali della sua vita.
San  Nicola fu un predicatore semplice ma affascinante del Vangelo, un confessore di tanta gente e  un amico dei poveri e degli ammalati che visitava e aiutava continuamente portando loro il pane che comprava con le offerte che gli venivano date.

 

I panini benedetti di San Nicola

Sono un segno particolare della devozione a san Nicola, legati ad un episodio della sua vita. San Nicola, gravemente malato, ottenne la grazia della guarigione per intervento della Vergine Maria, che, apparsa in visione, gli disse: “Una donna di Tolentino ti porterà un pane come carità; quando lo avrai mangiato, dopo averlo intinto nell’acqua, nel nome di mio Figlio Gesù, riacquisterai la salute”. Il santo mangiò il pane che gli era stato portato e riacquistò la salute. Da quel giorno san Nicola prese a distribuire il pane benedetto ai malati che visitava, esortandoli a confidare nella protezione della Vergine Maria per ottenere la guarigione dalla malattia e la liberazione dal peccato.

I PANINI saranno benedetti alla Messa di sabato sera
RINGRAZIO LICIA DELL’AGNELLO che ha preparato i “PANINI” con cura e  secondo la tradizione.

don Secondo

Rassegna vecchi articoli..

RIFLETTIAMO UN PO’!

RIFLETTIAMO UN PO’!

RIFLETTIAMO UN PO’!

Nei giorni scorsi la Caritas Nazionale ci ha detto che la povertà (anche se i politici dicono il contrario) sta aumentando in modo preoccupante, soprattutto nelle città. Ma da noi esistono i poveri? Ricordiamoci che Castelnuovo, oggi, ha una popolazione diversa dal passato. Oggi tra noi esistono, anche se amano non farsi vedere, persone disoccupate e sottoccupate, persone che lavorano e sono costrette...

Leggi tutto
Video Parrocchia

Video Parrocchia

Video Parrocchia

Loading...

Leggi tutto
Io credo in Dio

Io credo in Dio

Io credo in Dio

«CRISTIANI, NON ABBIATE TIMORE, DI ANDARE CONTROCORRENTE, NON UNIFORMATEVI» Cari fratelli e sorelle, in quest’Anno della fede, vorrei iniziare oggi a riflettere con voi sul Credo, cioè sulla solenne professione di fede che accompagna la nostra vita di credenti. Il Credo comincia così: “Io credo in Dio”. E’ un’affermazione fondamentale, apparentemente semplice nella sua essenzialità, ma che apre all'infinito...

Leggi tutto
Orario delle Sante Messe
Video Parrocchia
Gli Scout a Poggi Lazzaro
50 anni insieme