Giovedì, 21 Febbraio 2019

Video della Parrocchia

50 Anni Insieme

Castelnuovo festeggia don Secondo

Visite dal 1 Sett. 2018

00029046
OggiOggi283
IeriIeri317
Nella settimanaNella settimana1465
Nel meseNel mese8156
TuttoTutto29046
Il Tuo Indirizzo IP è 3Dot82Dot52Dot91
UNITED STATES
US
Ospiti 73
Impostato nuovo primoaccesso

Contatore Accessi

Benvenuto!!
Hai visitato questo sito web volte
con inrizzo IP
. . .
Primo  accesso: 21/02/2019 22:05:13
Ultimo accesso: 21/02/2019 22:05:13

Cerca negli articoli

IN MEMORIA DI SUOR CECILIA

". . .  voglio ricordare, questa carissima sorella dal volto buono, dagli occhi e dal sorriso amabili . . . ."

di Don Secondo Macelloni

Suor CeciliaSinceramente provo molta difficoltà a scrivere che mia sorella Suor Cecilia è morta!!! Purtroppo è così, è vero!
Tuttavia“in questa pagina” devo e voglio parlare un poco di lei, pensando che farà piacere anche a voi che la conoscevate. E poi ne sento anche il bisogno!...
Tutte le settimane le mandavo Famiglia Parrocchiale e lei l’aspettava e la leggeva con gioia, perché si sentiva parte di questa “famiglia” che è la nostra Parrocchia, anche se soltanto per pochi giorni all’anno poteva essere tra noi….Quando veniva a Castelnuovo, diceva alle altre suore:”Vado a casa mia!”….
E lo diceva non solo perché per molti anni qui trovava il babbo e la mamma e me suo fratello a cui si aggiungevano sempre le sorelle, e così ci ritrovavamo tutti insieme, ma anche perché voleva bene a questo Paese e soprattutto voleva bene alle persone che negli anni aveva conosciuto…
Anche a nome delle altre due mie sorelle Suor Lucia e Rita e di tutti i Nipoti e Familiari, voglio ricordare, questa carissima sorella dal volto buono, dagli occhi e dal sorriso amabili, che davano gioia e serenità a chi la incontrava e più a chi la poteva conoscere.

Queste reali sensazioni le abbiamo provate tutti, non solo noi familiari e tante persone di Castelnuovo, ma anche ovunque Suor Cecilia è vissuta, anche molto lontano, soprattutto nel “milanese”, dove ha lavorato più a lungo, e in altre parti d’Italia dove è stata bravissima e appassionata Maestra di Scuola Materna a contatto con tanti bambini e con le loro famiglie. Lei aveva avvertito molto presto, da giovane ragazzina, la chiamata del Signore alla “vita religiosa” tra le Suore di Santa Marta, e aveva lasciato la famiglia quando io ero in Seminario e non ancora Sacerdote - La stessa strada, poi, la seguì la sorella Suor Lucia, mentre Rita, la più piccola, si sposò facendosi una bella famiglia. Il babbo e la mamma, erano sicuramente meravigliati dei loro figli, e furono molto felici: la loro famiglia, dai saldi principi cristiani, era cosi diventata, davvero, una bella “immagine” della Chiesa.

L’anno scorso Suor Cecilia venne a casa di Agosto, e poi tornò per due giorni a fine settembre, quando ci trovammo tutti e quattro, fratello e sorelle insieme in famiglia e quando fu fatta anche la foto di questa pagina che, purtroppo, è stata l’ultima!!!..... Poi ritornò a Chiavari.
Nella prima quindicina di Dicembre, in modo assolutamente impensato, cominciarono le sue tribolazioni: e dopo una ventina di giorni di ospedale fu trasferita a Querceto di Sesto Fiorentino nella casa per suore di Santa Marta, anziane o ammalate ove ha trascorso questi mesi === Il 19 Giugno, davvero contenta e felice, aveva festeggiato con le sorelle e tutti i nipoti, i suoi 75 anni. Io non ero potuto andare in quella occasione e le avevo scritto e telefonato gli auguri. Sarei dovuto andare a trovarla lunedì 6 Luglio e lei mi aspettava.
Anche se con lei era sempre presente la sorella suor Lucia, noi familiari non l’abbiamo mai lasciata e lei ha vissuto questo periodo, si può dire, insieme a noi, migliorando anche e facendo riaccendere le speranze:., fino al pomeriggio di venerdì 3 Luglio quando si sentì male e fu portata di urgenza al pronto soccorso all’ospedale di Careggi-Firenze.
=== Se n’è andata in Paradiso alle 23,30 di sabato 4 Luglio, e il martedì 7 Luglio è stato celebrato il funerale con sepoltura nel cimitero di Sesto Fiorentino.
Come ho detto all’inizio, con dolore e forte commozione e con tanti cari e indelebili ricordi della sua vita, ho voluto ricordare Suor Cecilia, questa carissima sorella dal volto buono, dagli occhi e dal sorriso tanto amabili, che davano gioia e serenità a chi la incontrava e più a chi la poteva conoscere. Nella preghiera, e con grande nostalgia, ….

Ciao carissima SUOR CECILIA.

don Secondo, tuo fratello

Rassegna vecchi articoli..

LA SETTIMANA DEL SS. SALVATORE: RIFLESSIONE SULLA NOSTRA PARROCCH...

LA SETTIMANA DEL SS. SALVATORE: RIFLESSIONE SULLA NOSTRA PARROCCH...

LA SETTIMANA DEL SS. SALVATORE: RIFLESSIONE SULLA NOSTRA PARROCCH...

Al centro della settimana che comincia oggi, giovedì 9 Novembre 2017, ci sarà la “Festa” più grande della nostra Parrocchia, quella che la gente chiama “del Patrono”. In realtà come è stato detto tante volte, oltre e più che del “Patrono”, c’è Gesù stesso, il Salvatore.Questa è una settimana in cui dobbiamo anche fare una specie di “riflessione” sulla nostra Parrocchia o Comunità cristiana: in passato,...

Read more
Indifferenza, egoismo e mondanità: le malattie del mondo d’oggi

Indifferenza, egoismo e mondanità: le malattie del mondo d’oggi

Indifferenza, egoismo e mondanità: le malattie del mondo d’oggi

Indifferenza, egoismo e mondanità: le malattie del mondo d'oggi. Commentando la parabola di Lazzaro ed il ricco Epulone, contenuta nel Vangelo di Luca, Papa Francesco, durante la propria omelia, ha sottolineato come questo brano evangelico non solo ci aiuti a “capire cosa vuol dire amare“, ma soprattutto ci insegna “ad evitare alcuni rischi“. Quali sono questi rischi? Il primo, ha detto il Papa,...

Read more
Tutto è compiuto

Tutto è compiuto

Orario delle Sante Messe
Video Parrocchia
Gli Scout a Poggi Lazzaro
50 anni insieme