Giovedì, 08 Dicembre 2022

Visite dal 1 Sett. 2018

00381578
OggiOggi246
IeriIeri100
Nella settimanaNella settimana848
Nel meseNel mese1364
TuttoTutto381578
Il Tuo Indirizzo IP è 44Dot201Dot99Dot222
UNITED STATES
US
Ospiti 5
Impostato nuovo primoaccesso

Contatore Accessi

Benvenuto!!
Hai visitato questo sito web volte
con inrizzo IP
. . .
Primo  accesso: 08/12/2022 10:52:32
Ultimo accesso: 08/12/2022 10:52:32

IL TABERNACOLO E’ “IL CUORE” DI OGNI CHIESA

Il tabernacolo della chiesa di Castelnuovo Val di CecinaIl tabernacolo in una chiesa ha lo scopo custodisce la l’Eucarestia e quindi assicurare la presenza di Gesù all’interno dell’edificio sacro.
Per dare la certezza che in quel Tabernacolo c’è Gesù, si usa tenere acceso accanto ad esso, giorno e notte, un lume rosso chiamato “Lampada del Santissimo”.
Quindi il tabernacolo è come il cuore di ogni chiesa, e deve essere il primo punto di riferimento vi entriamo per adorare subito il “Corpo del Signore Gesù Cristo” conservato in quella che ci appare come una “piccola casa”.
La parola “tabernacolo” significa “dimora”, ed è proprio la dimora o la casa di Dio in mezzo a noi.
Il Tabernacolo ricorda anche l’antica tradizione dei primi cristiani che amavano custodire il “Pane Eucaristico” nella propria casa, per poterlo adorare in ogni momento, e per farne una presenza continua nella vita di tutti i giorni.
Piccola storia del Tabernacolo della nostra chiesa
Il Tabernacolo della nostra chiesa è un’opera di pregevole valore artistico e fu costruito in marmo rosa a Firenze nel 1734.


Fino al 1970
Fino al 1970 il Tabernacolo era al centro del “vecchio altare” proprio davanti al S.S. Salvatore, un altare in gesso che fu demolito perché ne doveva essere costruito uno “nuovo” secondo li Liturgia del Concilio Vaticano II.
Il Tabernacolo quindi, doveva essere spostato.
A quel punto, quando nel 1971 venne fatto l’attuale nuovo altare “volto verso il popolo” sul quale celebriamo sempre la S. Messa, io pensai che il posto migliore e più “naturale” dove poterlo mettere era senz’altro l’altare dov’era già l’immagine del Sacro Cuore di Gesù!
Ma quando dovemmo mette l’Organo restaurato dov’è ora, mi accorsi subito che su quell’altare il Tabernacolo non ci stava bene perché, con la presenza dei Cantori e di altre persone che dovevano voltare le spalle proprio a Gesù e lì davanti mancava il rispetto dovuto. Questa fu la causa per cui dopo del tempo decisi di spostare di nuovo il Tabernacolo e di metterlo dov’è ora. In seguito si è visto che, davvero, quello è l’altare più “adatto” per adorare la presenza di Gesù.
Questo non significa che il tabernacolo sia meno importante per i fedeli, ma nel posto in cui è ora, in realtà consente ai fedeli di mettersi in preghiera e di capire meglio di trovarsi davanti a Gesù.
Questa posizione del tabernacolo non danneggia ma mette in evidenza il suo valore ed è di importanza fondamentale per l’adorazione dei fedeli e all’interno di ogni chiesa, il simbolo stesso della presenza di Dio e del rinnovarsi del suo sacrificio d’amore.

Fonte: Famiglia Parrocchiale Nr. 2541

Rassegna vecchi articoli..

«Io, musulmana e fiera di essere stata la madonna nel presepe»

«Io, musulmana e fiera di essere stata la madonna nel presepe»

«Io, musulmana e fiera di essere stata la madonna nel presepe»

Fatou Gaye, studentessa 19enne originaria del Senegal, innamorata di Justin Bieber e dell’informatica, scelta per interpretare Maria nel presepe vivente di Pescara : «Ho chiesto l’autorizzazione a papà e lui mi ha detto sì: l’amore appartiene a tutti»di Nicola Catenaro

Read more
18 maggio 2014: FESTA DELLA FEDE E INCONTRO PERSONALE CON GESU’

18 maggio 2014: FESTA DELLA FEDE E INCONTRO PERSONALE CON GESU’

18 maggio 2014: FESTA DELLA FEDE E INCONTRO PERSONALE CON GESU’

I ragazzi della 1° Comunione (Bilei Duccio, Trianni Luigi, Martelli Lorenzo, Cellesi Emma, Rossi Sara, Battaglini Valentina, Ricci Bereket) con la catechista e i genitori    Quello di oggi non è il giorno in cui si riuniscono tutti i parenti, si ricevono regali, magari si pranza al ristorante, e si scattano le foto ricordo... ma il giorno in cui per la prima volta dei bambini e delle...

Read more
Dove può trovare felicità l’uomo, se non in Chi l’ha creato?

Dove può trovare felicità l’uomo, se non in Chi l’ha creato?

Dove può trovare felicità l’uomo, se non in Chi l’ha creato?

Il Giubileo della Misericordia è un’occasione importante per cambiare prospettiva e mettere al centro Diodi Alessio Biagioni  La crisi della famiglia, l’attacco delle ideologie, le tendenze disordinate promosse dalla nostra cultura sono certamente fatti che ci scuotono dal torpore, che ci interrogano, che ci incitano ad agire. Vengono date, anche all’interno della Chiesa tante soluzioni ma, troppo...

Read more
Orario delle Sante Messe
Video Parrocchia
Gli Scout a Poggi Lazzaro
50 anni insieme